CategorieRoutine & Obiettivi

Come sostituire le cattive abitudini e crearne delle nuove

Come sostituire le cattive abitudini e crearne delle nuove

Le cattive abitudini possono darti soddisfazione nel breve termine, ma in ultima analisi ti rendono infelice. Il miglior regalo che ti puoi fare è eliminare queste cattive abitudini e rimpiazzarle con altre migliori. Quando ti disfi di una cattiva abitudine, non stai solo eliminando i suoi effetti dannosi, stai anche costruendo autodisciplina in tutte le aree della tua vita.

Smetterai di perdere tempo ed energie in qualcosa che ti sta procurando danno e sarai meno stressato, avrai una migliore vita sociale e sarai più tranquillo.

In questo articolo troverai un aiuto sintetico e concreto per iniziare da subito a trasformare le tue abitudini negative in abitudini positive. Pronto per iniziare?

Identificare le cattive abitudini

Step1: conosci più te stesso e comprendi le tue abitudini

Il primo passo per un cambiamento è quello di conoscere più te stesso e comprendere di più le tue abitudini (positive e negative). Può sembrare banale ma molti di noi eseguono automaticamente le abitudini ormai formatosi da anni. Nonostante queste ci influenzano negativamente non ci preoccupiamo di cercare di eliminare il problema ma pensiamo che è solo qualcosa che dobbiamo sopportare. Un pò ti ci ritrovi non è vero?

Tuttavia se stai leggendo questo articolo, probabilmente sai già di avere qualche cattiva abitudine e sicuramente vorresti migliorare il tuo stile di vita. Le domande che ti devi fare adesso sono: sei sicuro di conoscerle a fondo? Stai già facendo qualcosa per eliminarle definitivamente dalla tua vita?

Inizia a registrare i tuoi comportamenti

Lo psicologo James Claiborn consiglia un metodo molto semplice. Inizia a scrivere i pro e i contro delle tue abitudini e registra quando fai quelle determinate azioni. La semplice registrazione delle volte in cui mettiamo in pratica un comportamento tende a produrre un cambiamento, visto che ci rende molto più coscienti di ciò che stiamo facendo. A volte il primo step ci permette già di migliorare le nostre abitudini poiché gli svantaggi identificati in questa fase possono mostrarti da subito le ragioni per cui dovresti abbandonare la cattiva abitudine.

Innanzitutto focalizzati su una sola abitudine alla volta. I grandi obiettivi si conquistano completando tanti piccoli altri obiettivi.

Crea una tabella di pro e contro

  • Nella colonna di sinistra scrivi tutte le cose vantaggiose che quell’abitudine porta nella tua vita.
  • Nella colonna di destra scrivi tutte le cose che hanno effetti negativi sulla tua vita.

In questo processo sei padrone di scegliere e definire quali sono per te le abitudini da mantenere e quelle da eliminare. Scava dentro di te per capire veramente quello che vuoi fare.

Identifica le tue cattive abitudini

Dalla tua lista dei pro e dei contro quali pensi siano cattive abitudini che influenzano negativamente la tua vita? Potrebbe essere per esempio abitudini negative che compromettono la tua salute (vita sedentaria, cattiva alimentazione ecc..). Cattive abitudini che riducono il tuo tempo libero (procrastinazione, pigrizia, cattiva gestione del tempo ecc.).  Cattive abitudini che non ci fanno stare bene con noi stessi.

Spesso sono la stanchezza e la noia a lasciare spazio per adottare cattive abitudini nella tua vita. La stanchezza è un problema, perché in quei momenti hai meno forza di volontà per resistere alle voglie.

In questa fase si onesto con te stesso se vuoi ottenere dei veri cambiamenti.

Taccuini in carta
riciclata Konobooks

shop
Identificare i fattori che innescano le cattive abitudini

Step2: identifica i fattori che innescano le cattive abitudini

Bene ora abbiamo un quadro approssimativo di quali sono le nostre abitudini, buone o cattive che siano. Il secondo step della nostra guida è quello di andare ancora più in profondità e capire:

  • Perché ho questa abitudine negativa?
  • Quali sono gli eventi che mi portano ad attivarla?
  • Qual’è la ricompensa psicologica che ottengo da questa abitudine?

Devi sapere infatti che ogni abitudine segue un ciclo.

Inizia tutto con un evento, un fattore che la fa attivare. Poi c’è l’attività vera e propria intesa come routine. Ed infine c’è il premio, la ricompensa psicologica che otteniamo dopo aver concluso una determinata abitudine.

È proprio questa che ci rende dipendenti da alcune attività negative. Si prova un piacere nel breve periodo e il cervello lo memorizza e lo automatizza ogni volta che il determinato evento ricompare. Pensiamo ai fumatori che dopo un evento stressante fumano per cercare di rilassarsi, oppure quando oziamo nel divano perché al momento ci fa stare bene e rilassati. Il nostro cervello primordiale si ciba di piaceri immediati e rende cosi le abitudini negative dannose per il nostro stile di vita.

Sembra semplice ma in realtà è molto difficile sapere esattamente cosa ci sta causando la cattiva abitudine fin quando non iniziamo a registrarlo e a comprendere esattamente i nostri comportamenti.

Registra il tuo ciclo di abitudini

Quindi è il momento di riprendere il tuo quaderno, il tuo “registro delle abitudini”. Dopo i pro e i contro delle varie abitudini, dopo aver individuato quelle negative, iniziamo a studiarne una alla volta e andare in profondità.

Ogni volta che hai voglia di un cattivo comportamento registra i diversi segnali:

  • Ora del giorno: cerchiamo di capire se un’abitudine si presenta ad un’ora precisa della nostra giornata.
  • Luogo: c’è qualche posto che innesca in noi una cattiva abitudine?
  • Persone: quando iniziamo un’abitudine ci sono altre persone con noi?
  • Emozioni: cosa provi quando sei nel pieno della routine e cosa provi dopo?
  • Ricompensa psicologica: ogni volta che esegui la routine tenta di identificare il motivo per cui il comportamento è gratificante.

Analizziamo i dati

Siamo a metà del nostro cambiamento. Abbiamo imparato a conoscere bene le nostre abitudini, abbiamo identificato quali sono quelle negative che portano effetti dannosi per il nostro stile di vita, abbiamo registrato tutti i vari segnali per capire quali sono gli eventi e i fattori che mi portano a seguire delle determinate abitudini.

Ora è il momento del vero cambiamento e dovrai armarti di motivazione, determinazione e consapevolezza.

Sostituire le cattive abitudini con delle nuove abitudini positive

Step3: rimpiazza le cattive abitudini con delle nuove positive

A questo punto della trasformazione, hai una bella panoramica dettagliata dei tuoi comportamenti, delle tue routine giornaliere e dei fattori che le innescano. Agiamo!

Abbandonare le cattive abitudini

Sostituisci le tue cattive abitudini

Per abbandonare una cattiva abitudine devi rimpiazzarla con una salutare che soddisfi le stesse esigenze. Individua quindi le nuove abitudini positive che potenzialmente possono soddisfare le stesse ricompense psicologiche di quelle cattive. Queste porteranno maggiore valore al tuo stile di vita.

Un esempio pratico: hai identificato che nel tuo tempo libero, ti annoi e rimpiazzi questo tempo mangiando cibi poco salutari. Questo ti ha fatto prendere qualche chilo di troppo e non ti senti più bene con te stessa. Perché continui a farlo? Ricordiamoci cosa abbiamo detto prima: il nostro cervello primordiale vuole gratificazioni istantanee e spesso con la noia e la stanchezza abbiamo meno forza di volontà e ci lasciamo andare a queste voglie.

In questo caso possiamo trovare una passione, un hobby, che ci permette di occupare il nostro tempo in modo attivo e genuino e quindi permetterci di non andare nella dispensa alla ricerca di cibo. Abitudine negativa sostituita.

Usa le altre tue abitudini come veicolo

L’altra forma più facile di implementare nuove routine positive (e non lasciare spazio quindi per quelle negative) senza dubbio è unirle a qualcosa che già fai tutti i giorni. Le nostre giornate infatti sono piene di piccole routine automatiche. Questo è del tutto naturale perché aiuta il nostro cervello ad ottimizzare le energie giornalmente.

Devi semplicemente integrare le nuove abitudini ad una di queste piccole routine cosi da memorizzarle poi nel tempo. Ad esempio: appena ti svegli ti prepari subito la colazione? Imposta la tua sveglia mezz’ora prima per fare qualche esercizio fisico e impegnati a fare questa operazione per almeno 30 giorni. Questo ti permette di memorizzare la nuova abitudine (esercizio + colazione = nuova routine) e successivamente diventerà una cosa automatica.

L’esercizio fisico inoltre ti riempirà di energia e di motivazione e non ci sarà più molto spazio per le abitudini negative nella tua vita.

Monitorare le tue abitudini

L’esperienza insegna che non sempre fila tutto liscio e alle volte potresti ricadere nelle cattive abitudini. Non demotivarti e cerca di perfezionare il processo.

Un consiglio è monitorare i tuoi progressi. Ciò che non si misura non può essere migliorato. Se non traccerete la vostra abitudine non sarete capaci di migliorare, e potrete ricaderci facilmente. Utilizza sempre il tuo “registro delle abitudini” e dedica delle pagine con delle tabelle dove puoi spuntare ogni giorno (con un semplice si o no, o un segno di spunta). Questo ti permette di capire i tuoi progressi e di essere fiero della strada che hai intrapreso finora.

Queste soluzioni possono essere molto efficaci ma se la vostra vita è satura da molte abitudini negative c’è bisogno di misure più forti.

Taccuini in carta
riciclata Konobooks

shop

Cambiare personalità per cambiare abitudini

Un cambiamento di personalità può modificare drasticamente tutti i comportamenti e le abitudini di una persona.

Per cambiare personalità prima devi cambiare le tue convinzioni, ma come puoi farlo? In primo luogo devi prendere una decisione su che tipo di persona vuoi essere. In secondo luogo devi effettuare una serie di piccole azioni che ti dimostrano che sei quel tipo di persona.

Attenzione a non fraintendere: non stiamo dicendo che questo cambiamento è sempre necessario. Non dovresti rifiutare te stesso e rinegare la tua personalità a priori. Assolutamente nulla di più sbagliato. Però a volte la personalità che ci siamo costruiti nell’arco della nostra vita può venire da convinzioni errate, da stereotipi e da influenze esterne e un cambiamento in questo caso, una trasformazione, ci permette di scoprire la nostra vera personalità, la nostra vera essenza.

Questo processo è sicuramente più lungo delle altre soluzioni ma ti assicuriamo che ogni piccolo cambiamento rafforzerà la tua nuova personalità.

Circondati di persone positive con buone abitudini

Avrai sicuramente già sentito che le persone che ci circondano influenzano indirettamente le nostre vite. Quindi utilizza questo effetto per il tuo cambiamento.

Se trascorri del tempo con persone motivate che hanno buone abitudini, è molto più probabile che svilupperai abitudini migliori. Se trascorri del tempo con persone negative che hanno cattive abitudini è molto più probabile che ti trasformi in qualcuno di negativo e che le tue cattive abitudini peggioreranno.

Anche qui pesa attentamente i nostri consigli: non stiamo invitando ad eliminare completamente tutte le tue amicizie che potrebbero essere negative. Più semplicemente puoi provare a passare maggior tempo con nuove amicizie più positive e costruttive.

Step 4: previeni il ritorno delle cattive abitudini

Sei arrivato all’ultimo step e ora dovresti aver già sostituito con successo le tue cattive abitudini. In questa fase del processo devi prevenire il ritorno delle cattive abitudini perché la ricaduta è dietro l’angolo. Basta un periodo difficile a compromettere tutto il duro lavoro che hai fatto e abbandonare cosi tutti i tuoi progressi. Serve costruire quindi un metodo di prevenzione.

Comprendi le tue abitudini

Evita le tentazioni: significa allontanarsi da oggetti, luoghi e persone che attivano il comportamento. È più facile evitare i fattori scatenanti che interrompere l’azione indesiderata quando avviene.

Relaziona qualcosa di sgradevole con l’abitudine che stai tentando di cambiare: questo metodo può risultare efficace se lo pratichi costantemente. Associa una sensazione sgradevole a quell’evento cosi da evitarlo naturalmente.

Programma la tua nuova routine con le to do list: esistono vari vantaggi nel creare una lista di compiti o una programmazione di compiti. Con questa tecnica la tua mente si concentra in quello che deve fare. Quando farai la tua lista di compiti ti renderai conto di quali sono i tuoi obiettivi più importanti e potresti ridurre la lista ai compiti che sono assolutamente necessari e su cui devi concentrarti per realizzarli prima possibile. Oltre questo, una lista di compiti riduce anche la probabilità di dimenticare ciò che devi fare.

Diario: un diario ti può cambiare la vita quando stai creando abitudini positive. Un diario è ciò che chiamiamo “madre delle abitudini”, visto che ci aiuta a sviluppare le altre abitudini. Questa “madre delle abitudini” influenzerà tutta la tua vita. Ciò che mangi, come passi il tuo tempo libero, come spendi i soldi, come comunichi ecc..

Life Planner: quando cerchi di superarti in qualche cosa, è importante che tu mantenga la motivazione e il miglior modo di farlo non è osservando i progressi delle altre persone ma osservare i tuoi. Quando dimentichi di quanta strada hai fatto cominci a perdere il desiderio di andare avanti, e questo ti porta ad avere voglia di rinunciare alle buone abitudini che hai adottato fino a quel momento. Questo ti aiuterà a renderti conto che non stai lottando per niente

Leggi dei libri: una buona lettura ti aiuterà a migliorare la tua consapevolezza ed essere veramente padrone di te stesso. Ti consigliamo un piccolo libro che introduce l’argomento in modo semplice ed intuitivo ( a cui abbiamo preso tanto ispirazione per scrivere questo articolo). L’autore è Steve Allen e il titolo del libro è “6 passi per eliminare qualsiasi cattiva abitudine e adottare abitudini positive”.

Non ci resta che augurarti buona trasformazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add to cart